NEWS
INTIMO E CALZE PER L’UOMO
POSTED
07 maggio 2019
ORE 11,39
Fonte: Magazine “Intimo più mare” n° 215 – Marzo 2019
Link: https://www.yumpu.com/it/document/read/62452766/intimo-piu-mare-n-215-marzo-2019 (pag. 132 - 133)





“Per le calze ma anche per l’intimo già nel 2017 rispetto al 2016 sono risultati stabili sia i volumi d’acquisto che il valore – commenta Annamaria Armano, partner di Sita Ricerca – Quindi questo significa una stabilità dei prezzi in un mercato dell’abbigliamento (complessivo, intimo ed esterno) in calo anche con prezzi calanti.

Nel 2018, sempre per quanto riguarda calze e intimo uomo, abbiamo nell’intimo un calo nei volumi acquistati del 3,7% che corrisponde a un minore calo nel valore speso (2,5%). Nelle calze i volumi acquistati sono calati del 2,8% per un calo del valore speso dell’1,9%.
I volumi sono calati di più della spesa per entrambi i segmenti. Questo significa che i prezzi sono aumentati di circa l’1% più o meno per entrambi i settori e questo è successo in un contesto generale dell’abbigliamento complessivamente di prezzi deboli. In definitiva, questi due segmenti hanno mostrato una tenuta dei prezzi maggiore di quella dell’abbigliamento esterno.”
Se esaminiamo i canali di acquisto, per l’intimo al primo posto e in crescita ci sono i negozi monomarca, seguiti dai multimarca indipendenti (in calo). Per quanto riguarda le calze, invece, se al primo posto ci sono sempre i monomarca in crescita, al secondo posto troviamo discount, super e ipermercati, altrettanto in crescita. I negozi multimarca indipendenti sono al terzo, a pari merito con gli ambulanti. Questo fa pensare che gli acquisti di intimo e calze per l’uomo siano ancora prevalentemente in mano alle donne della famiglia. La leggera crescita di canali come catene multimarca, department store e grandi magazzini fa però intravedere l’affermarsi di uomini che stanno progressivamente riprendendo in mano il proprio shopping, non solo di abbigliamento esterno.